Metro no madrid

madrid-fermata.jpgMadrid è sempre sveglia, soprattutto la notte !!

Il metro è aperto sino alle 2 del mattino, per questo motivo io e Lisa, decidiamo di prendere il metro per andare in un locale vicino alla stazione di Atocha.

Essendo a Madrid da qualche giorno, avevo studiato abbastanza bene la mappa del metro e le stazioni accessibili (non sono molte). Abbiamo cenato a Puerta del Sol, così prendiamo il metro da lì, per arrivare alla fermata di Atocha.

Proprio al centro della Piazza del Sol, vi è l’ascensore che porta al metro. E’ mezzanotte.

Arrivati ad Atocha, ci accorgiamo che non vi è l’ascensore che ci riporta in superficie.

La mappa segnala che è una fermata accessibile, però solo in una direzione, ovviamente quella opposta a quella che noi abbiamo preso. Quindi, un gentilissimo vigilante, ci consiglia di riprendere il metro, andare alla fermata successiva, che è accessibile per entrambe le direzioni, e poi tornare indietro.

Va beh… capita, è scontato quando si prendano in mezzi che non vada tutto regolarmente. E’ sempre così.

Si arriva ad Atocha, andiamo nel locale e scopriamo che è chiuso.

Va beh…capita,  a Madrid non sempre gli orari vengono rispettati.

Intanto si è fatta l’una passata, decidiamo di riprendere il metro (tanto è aperto sino alle 2).

_4minimetro-madrid-treno.jpgArriviamo a Puerta del Sol, ma porcaccia la miseria, ci ricordiamo che anche Puerta del Sol è accessibile solo verso una direzione, ed ovviamente essendolo in partenza non lo è più in arrivo.  E’ l’una e venti, se prendiamo il metro (che arriverà all’1.30) per la successiva fermata accessibile (Cuatro Caminos), per poi ritornare a Puerta del Sol, rischiamo che il metro chiuda.

Pertanto chiamiamo l’assistenza, inizialmente la vigilante (una donna) che ci arriva in soccorso, mi chiede se sono d’accordo, che con l’aiuto di un collega uomo, mi porti manualmente in superficie, per me va bene.

DSCN6319.JPGMa poi arrivano i colleghi (altre 4 persone, tra cui il grande capo), che dice che assolutamente non si prendono la responsabilità di portarmi a braccia, in quanto se mi dovesse capitare qualcosa la responsabilità sarebbe loro. Discutono un po’ tra loro, intanto il tempo passa !!

E quindi? E quindi nulla – è la risposta del grande capo !!

Si, ma quindi? Che faccio? Dormo qua? –  chiedo.

Eh …deve andare a Cuatro Caminos e poi prendere un bus (se ce ne sono) oppure un taxi per ritornare qua !!! – mi risponde sto idiota !!

DSCN6318.JPGInizio a discutere che non mi sembra il caso…e bla bla bla… ma per loro posso rimanere a dormire li.

Intanto passa l’ultimo treno, decido di salire, altrimenti rischio di dormire veramente nel metro.

Arriviamo a Cuatro Caminos, andiamo all’ascensore (è l’una e 50).

L’ascensore non funziona !!!

Il metro è deserto. Iniziamo ad essere molto molto incazzati !!!

Chiamiamo l’assistenza con il citofono, ci dice che gli ascensori, si spengono in automatico trenta minuti prima della chiusura.

Sono senza parole, ma si rendono conto?? – potevano almeno avvisarmi quei 5 riconglioniti di prim???

Alla fine riescono ad attivarli.

Salgo !!! Peccato che arrivo ad un altro livello e li l’ascensore non funziona.

Incontriamo un addetto alle pulizie che ci dice che l’unico modo per salire sono le scale….

Ah ah ah spiritoso !!! Quindi che facciamo, dormiamo qua?? – L’addetto alle pulizia, ridendo divertito (che cavolo avrà da ridere sto cojone) che si, dobbiamo dormire li. E se ne va !!!

In quel momento parte l’insulto libero !! Sono le due di notte passate, non c’è un anima in giro e soprattutto se ne strafregano tutti !!

Lisa sale, per chiamare la polizia. Saranno in grado di portarmi a braccia per l’ultima scalinata??

Anche sopra, non c’è nessuno, chiama comunque l’assistenza, e per fortuna (si fa per dire), trova un poliziotto che parla italiano. Riescono a chiamare dei vigilantes che attivano l’ascensore e riemergo in superficie.

Tralascio la descrizione del nostro stato d’animo. Diciamo che eravamo talmente elettrici che avremmo potuto illuminare toda Madrid y toda la Espana.

Prendiamo al volo, un taxi per arrivare da dove eravamo arrivati, un ora e mezza fa.

Sono le tre quando mi butto sul letto.

Commenti?? Non ne vale la pena…. di certo il metro di Madrid non mi vedrà mai più.

Piuttosto a piedi….anzi a rotelle !!

Va beh… non siamo mica nel 2011….siamo ancora all’epoca della stazione di Chamberi…siamo nell’ottecento.

Metro no madridultima modifica: 2011-01-29T17:11:44+00:00da rotex70
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Metro no madrid

Lascia un commento