Trasporto pubblico locale accessibile ai disabili nella Provincia del VCO??

fabpul.jpg

Questa è la mail che ho inviato alla Provincia del VCO e ai mezzi di comunicazione locali, relativamente ad una diatriba tra me e la Provincia del VCO che riguarda una semplice richiesta sull’accessibilità dei mezzi pubblici locali nel territorio del Verbano Cusio Ossola. 

 “A giugno del 2009, scrivevo alla Provincia del VCO (dopo aver telefonato a Comazzi Autoservizi e VCO trasporti, le compagnie di autotrasporto locali della Provincia del VCO) per chiedere delle informazioni sull’accessibilità del trasporto PUBBLICO nel VCO, in particolare nella tratta Villadossola – Verbania – Villadossola, in quanto intendevo utilizzare i trasporti pubblici per recarmi al lavoro a Verbania.

Credevo che tali quesiti fossero di estrema facilità, in quanto sono anni che vedo transitare autopullman con il simbolo per l’accessibilità ai disabili, invece mi sbagliavo…

Da giugno 2009 ad oggi non mi è ancora stato detto in maniera chiara se il trasporto pubblico locale è accessibile alle persone con ridotta capacità motoria ed eventualmente in quali fermate.

A fine luglio di quest’anno mi viene spedita dal Presidente della Provincia Nobili, una relazione redatta dall’architetto Formoso (Dirigente delle Provincia del VCO) in cui si evincono a mio parere dei “deliri”, avvallati tra l’altro dal Presidente Nobili.

Allego alla presente le comunicazioni scambiate tra me e la Provincia del VCO, durante questi ultimi 12 mesi, oltre ad una mia ultima comunicazione in risposta alle lettera/relazione del 26/07/2010 della Provincia del VCO.

Mi preme evidenziare in particolare quanto scritto dalla Comazzi Autoservizi, sottolineando che la Provincia, nonostante sia l’Ente preposto al controllo nonché Ente appaltatore del servizio pubblico locale, non ha per nulla obbiettato alle dichiarazioni effettuate, anzi avvallandole come risposte esaurienti alle mie richieste.

Pertanto scrivo alla Provincia del VCO:

L’autoservizi Comazzi scrive:

  • a) “per movimentare l’attrezzatura per il sollevamento dei disabili dovrebbe lasciare incustodito il posto di guida, in contrasto con quanto prescritto dal codice della strada”, allora mi chiedo in tutto il resto d’Italia come fanno?? Vi sono altri codici della strada?? Perché sono appena stato a Torino a fare un servizio giornalistico sull’accessibilità dei mezzi di trasporto e i conducenti, si allontanavano dal posto di guida….così come a Milano, Roma, Emilia Romagna ecc ecc;
  • b) “la procedura per permettere la salita e la discesa dei disabili sull’autobus comporta tempi lunghi che provocherebbero forti ritardi alla autolinea”, forse l’autoservizi Comazzi dovrebbe assumere autisti un po’ più veloci nel movimento, e quant’anche fosse, allora i disabili non posssono salire perché intralciano i tempi di percorrenza?? Chissà come faranno nelle grandi città dove i tempi sono ancora più serrati ??
  • c) “i sollevatori montanti sugli autobus sono tecnicamente inaffidabili”, a parte che qua si scopre che i mezzi sono quindi attrezzati, ma si acquistano delle attrezzature che poi non possono essere utilizzate ?? mi viene quindi il dubbio che vengano montate solo per non essere fuori legge, ma non per essere veramente utili, lo sanno che le leggi vengono emanate per cercare di rendere una società migliore?? Anche se applicarle significa fatica??

E conclude: “Alla luce delle motivazioni sopra esposte, si ritiene che il servizio di trasporto pubblico locale attualmente NON SIA USOFRUIBILE dalla persone diversamente abili, per questa tipologia di utenti dovrebbero essere studiate particolari forme di trasporto mirate, anche in collaborazione dei servizi sociali.

Non posso credere che una Ditta che ha in appalto il trasporto pubblico locale, risponde in questo modo e l’Ente appaltatrice soprasiede. E’ uno scherzo vero??????

Il Presidente Nobili, mi dice “qualora non ritenesse sufficientemente esauriente prenda contatti con l’Assessore competente, ma il Presidente della Provincia ha letto quanto mi ha inviato??? Il Presidente Nobili è sufficientemente soddisfatto che la ditta a cui il suo Ente ha dato in appalto gran parte del trasporto pubblico locale faccia delle affermazioni simili??? Posso sapere quali sono state le sue risposte alla dichiarazione del 29/06/2009 alla Comazzi Autoservizi??

Pertanto sono a chiedere al Presidente della Provincia del Vco:

  • 1) gli autobus che gironzolano per la Provincia del VCO con il simbolo dell’accessibilità, a cosa servono??? cosa significano ??? perché nella mia totale ignoranza pensavo che fossero mezzi di trasporto PUBBLICO, e che una persona con ridotte capacità motorie potesse salirci;
  • 2) E’ l’autoservizi Comazzi ha decidere che il trasporto pubblico locale attualmente NON SIA USOFRUIBILE dalla persone diversamente abili ? in caso negativo cosa gli è stato risposto?
  • 3) Di chi è il compito istituzionale di rendere il trasporto pubblico accessibile agli utenti con ridotte capacità motorie??? (forse, l’arch. Formoso e l’autoservizi Comazzi, dovrebbero sapere la differenza che c’è tra erogare un servizio “sociale” o un servizio “pubblico”)
  • 4) L’inacessibilità è solo un “problema” dell’autoservizi Comazzi oppure anche di altre compagnie di trasporto, in quanto non capisco come mai alcune pensiline sono accessibili da parte di VCO Trasporti e non da Comazzi?

Inoltre richiedo, non avendo avuto alcuna risposta ESAUSTIVA, ad oltre un anno dalla mia richiesta:

  • A) quali sono le tratte accessibili per una persona disabile in carrozzina nella Provincia del VCO e le corrispondenti fermate ?
  • B) nel bando relativo all’affidamento del servizio di trasporto locale nel bacino provinciale del VCO sono stati inseriti gli adeguati obblighi di legge relativi all’accessibilità? (in questo modo si eviteranno tutte le problematiche che l’autoservizi Comazzi dichiara di non essere in grado di garantire).”
Trasporto pubblico locale accessibile ai disabili nella Provincia del VCO??ultima modifica: 2010-09-16T16:36:00+00:00da rotex70
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Trasporto pubblico locale accessibile ai disabili nella Provincia del VCO??

Lascia un commento