Imprevisti

Quando si ritorna da un viaggio si tende a raccontare i fatti più avventurosi che ci sono capitati.

Alcuni sono degli imprevisti, altri delle vere e proprie avventure.

Più sono particolari e magari anche un po’ pericolose, più ci fanno sentire dei veri e propri Indiana Jones…

Io non ho avuto delle avventure all’Indiana Jones, ma imprevisti più o meno seri, me ne sono capitati…

Alcuni di questi anche seri, ma non hanno scoraggiato la mia voglia di viaggiare, anzi l’hanno aumentata.

Ho deciso quindi di ripensare a quali fossero stati gli episodi o meglio gli imprevisti più significativi che mi sono capitati durante i miei viaggi.

 

Qualche anno fa sono partito, con degli amici, per visitare la Florida.

Un viaggio tranquillo, le tappe erano la mitica Miami, Key West per e poi risalire verso Naples, Tampa, sino ad Orlando per poi scendere dall’altra parte della costa.

Arrivati all’aeroporto di Miami, abbiamo noleggiato l’auto e subito ci siamo persi, abbiamo girato per ore, senza avere una cartina o un navigatore, giravamo per Miami a caso…così senza nemmeno aver pensato che forse Miami non era come arrivare a Rimini, ovviamente siano andati a finire in quartieri poco raccomandabili.

Stufi e soprattutto stanchi di non vedere un cartello con scritto “per Miami Beach …” (non so perché non li mettono).

Alla fine, ci fermiamo per chiedere indicazioni, e mentre un tizio ci spiega dove dirigerci, vedo che il suo amico apre la portiera posteriore per prendere ovviamente “in prestito”, le nostre borse…

Riesco ad accelerare e a partire, senza che questi prendano nulla. La mia non era stata una partenza da esperto, ma solo istintiva, che tra l’altro sono le mosse più pericolose. Comunque è andata bene.

Stanchi e non più in grado di connettere da ore, ci siamo fermati a dormire nel primo motel che abbiamo trovato. La Signorita, dietro ad una grata, ci da le chiavi della camera, il motel era molto molto economico…avremmo capito presto il motivo…

Se quei muri avessero potuto vomitare l’avrebbero fatto volentieri, anche lo specchio che era sul soffitto avrebbe avuto molto da raccontare, soprattutto ai minori di 18anni.

Visto che eravamo talmente esausti per cercarci un altro posto, ci siamo arresi, abbiamo dormito vestiti, sopra a degli asciugamani.

Il giorno dopo avremmo dovuto fare il test HIV (visto dove avevamo dormito), invece siamo andati, finalmente, a Miami beach…

Dovevo immaginarlo che sarebbe stata una vacanza molto avventurosa..

Gli altri giorni passano tranquillamente, tra bisticci (ecco perché amo viaggiare da solo) e momenti esilaranti, visitiamo Miami, poi le Key West (meravigliose) sino ad arrivare ad Orlando.

Dove iniziamo a passare le nostre giornate ai parchi di divertimento.

Sino a quando, un mattino decidiamo di trascorrere qualche ora nella piscina dell’albergo.

Il luogo più tranquillo e sicuro che vi è sulla terra. Dopo qualche ora di tintarella, si decide di andare in camera per una doccia, mentre “srotello” verso la camera, mi giro a guardare una ragazza che prende il sole e non vedo un piccolissimo scalino dell’altezza di 3 cm…

La carrozzina si ribalta…io cado…e mi spacco due femori (per fortuna non ne avevo un terzo).

To be continued… in un prossimo post

 

Imprevistiultima modifica: 2009-07-05T20:40:00+00:00da rotex70
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Imprevisti

Lascia un commento