Posso essere allegro?!

Ultimamente le persone che mi stanno vicino mi chiedono: “Sei innamorato?”, gli chiedo il motivo di tale domanda e mi rispondono che è da un po’ di tempo che mi vedono allegro e sereno.

E’ vero!!! Sono allegro e sereno e non perché sono innamorato.

Alcuni momenti sono preoccupato di questo mio stato di grazia ed essendo consapevole che non potrà durare per sempre, sto cercando di godermi questo periodo il più possibile. Arriveranno tempi duri, momenti difficile, fa parte del gioco.

I problemi lavorativi mi stanno, sempre di più, scivolando via, cerco di evitare tutte quelle inutili discussioni con i miei genitori, ma anche con amici.

Ho deciso di circondarmi solo ed esclusivamente di persone che mi fanno star bene, che mi mettono allegria e serenità, a discapito di coloro che ti coprono dei loro problemi e delle loro negatività.

Mi sono allontanato da coloro a cui servivo come spalla su cui piangere, da coloro che mi scaricavano i loro problemi, da coloro che vogliono la tua opinione ma in realtà “sentono” solo quello che gli va di sentire.

Sono diventato egoista oppure ho iniziato a volermi bene.

Mi sono avvicinato a coloro che sono simili a me, a coloro che mi danno stimoli, che hanno voglia di cambiare e che hanno qualcosa da insegnarmi.

Ho iniziato a fare quello che realmente volevo, senza preoccuparmi dei pensieri e del consenso altrui.

E’ strano notare come alcune persone siano a disagio di fronte a chi ha voglia di ridere, di star sereni, come se fosse un lusso che non ci possiamo permettere.

Sembra che ci possiamo permettere solo di essere stanchi, delusi ed incupiti.

Dobbiamo per forza essere stanchi morti da un lavoro che non ci piace.

Dobbiamo per forza essere arrabbiati perché non riusciamo ad avere tutto quello che vogliamo con facilità.

Dobbiamo essere per forza tristi ed apatici perché tutto quello che ci accade non è per merito nostro, ma è caduto dal cielo.

E’ meglio lagnarsi, che sorridere, è più di moda.

Se ridi sei poco serio….sei uno sciocco…sei uno stupidino….non prendi le cose seriamente.

Meglio avere la faccia cupa, essere serio, riflessivo, solo così si è un vero “uomo”.

Ho deciso invece di essere un pagliaccio, di ridere, di non prendermi sul serio, di non prendere sul serio gli altri.

Ho la presunzione di saper distinguere molto chiaramente quali sono i veri problemi da quelli falsi ed ho la presunzione di sapere, purtroppo, quando bisogna essere cupi.

Pertanto non sono innamorato o almeno non ancora, ma sono contento di me stesso, sono felice di quello che ho, di quello che sto vivendo e quindi sorrido.

Posso?! 😉

832a918074992c4215d4670236abeb8c.jpg

Posso essere allegro?!ultima modifica: 2008-01-29T23:13:50+00:00da rotex70
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Posso essere allegro?!

  1. E’ così che si fa! Lo faccio da anni quindi ho uno ‘storico’ alle spalle e ti confermo che funziona! Giuro! Aspetta e vedrai!
    No che non ti sei innamorato! Per quello manco io, da anni, purtoppo qui si parla di un altro ‘storico’, stavolta è un record però!!!
    L’amore arriverà, per ora è in viaggio…speriamo faccia qualche fermata qua e la…(lo dico per me e per te, e per tutti!!!)

  2. Nel riso si impegnano più di 60 muscoli, per piangere ne usiamo meno di 20. Si modifica la respirazione, si usa il diaframma, si rinnovano le riserve di aria nei polmoni, si mobilitano le fasce muscolari più profonde, soprattutto del ventre, creando un tonificante automassaggio rilassante. Il cervello si “distrae”, i pensieri negativi perdono il loro potere paranoico, la mente si distende, la vita sembra migliore. Come il sonno, il ridere migliora la capacità del cervello di pensare lucidamente, scioglie la paura, esorcizza i cattivi pensieri. Infine il ridere è un atto filosofico, un atteggiamento verso la vita.
    E’ bello quello che hai scritto Fabri. Ed è molto vero. Bisogna imparare a ridere, di e con se stessi, di e con gli altri. ridere dei problemi leggeri, delle noie di tutti i giorni, ridere di quella vita che ti scivola addosso e che senza troppe paranoie se ne va. Perchè piangere, disperarsi per ogni cosa che ci capita?!? Non ne verremmo più a casa. I problemi VERI nella vita ci sono, nella vita di tutti, ma piangersi addosso non serve a nulla. bisogna reagire, e l’unico modo che credo possa essere utile a se stessi e agli altri sia RIDERE. Sorreidere, avere sempre l’aria felice, l’espressione un po’ ebete di chi è quasi uno scalino più in alto degli altri, come se fosse “tre metri sopra il cielo”.
    E se gli altri non capiscono .. bè problemi loro. Che se ne fo***no.

    Mi è piaciuto il tuo pensiero, il tuo modo di essere.

    Grazie per questi pensieri.

    Katiuscia

Lascia un commento